logoat

                                                                                         

 

I dati della letteratura scientifica internazionale evidenziano che il problema degli errori ed eventi avversi in sanità rappresenta una reale emergenza che comporta dei costi sia in termini di vite umane che economici.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha evidenziato, in vari documenti prodotti, la necessità che sia la stessa organizzazione sanitaria ad intervenire per assicurare l’erogazione di prestazioni altamente qualificate e sicure in quanto l’errore è insito nei sistemi complessi e la sicurezza dei Pazienti e degli Operatori deve essere continuamente presidiata e le criticità affrontate secondo un approccio multidimensionale, considerando ed integrando i vari aspetti: il monitoraggio e l’analisi degli eventi avversi, l’elaborazione e diffusione di raccomandazioni e pratiche per la sicurezza, il coinvolgimento di pazienti e cittadini, la formazione degli operatori sanitari.

L’Azienda Regionale Emergenza Sanitaria 118 (ARES 118), nel rispetto del proprio sistema valoriale, intende assicurare una adeguata qualità di vita lavorativa agli Operatori che, a vario titolo, esercitano la loro funzione nell'attività di soccorso, riducendone i rischi, al fine di evitare potenziali situazioni dannose per se stessi e per le persone assistite.
L’analisi dei pericoli a cui è esposta l’Azienda ha permesso di individuare le specificità dei rischi a cui i lavoratori sono esposti e che sono in stretta correlazione al tipo di attività svolta; attività caratterizzata dallo svolgersi in ambienti di lavoro particolari (come la cellula sanitaria del mezzo di soccorso) e/o non predeterminabili (all’aperto e su strada, in case private, in luoghi aperti al pubblico, cantieri, ecc.), con la presenza, anche contemporanea, di numerosi fattori trasversali (clima e intemperie, illuminazione, affollamento, ecc.), sotto la pressione dell’emergenza e con poche possibilità di adottare soluzioni alternative e meno rischiose.

AI fini della prevenzione e della sicurezza l’ARES 118 ha predisposto l’attivazione di un apposito CORSO BASE RISK MANAGEMENT, obbligatorio per tutti gli Operatori Sanitari Medici ed Infermieri, avente lo scopo di fornire le necessarie competenze in tale ambito.
I corsi sono organizzati dalla U.O. Risk Management in collaborazione con la U.O. Formazione in attuazione del Piano Formativo Aziendale per l’erogazione di interventi assistenziali efficaci ed omogenei, in ambito regionale, per la sicurezza dei Pazienti e degli Operatori.
La U.O. Risk Management si propone, come già nei percorsi formativi degli anni precedenti, di fornire conoscenze e strumenti per la gestione del rischio clinico e della sicurezza aziendale oltre che concetti di base di Medicina Legale nell’emergenza territoriale. I corsi si svolgeranno secondo il seguente programma:

Durata:

8 ore (09,00/13,00 - 14,00/18.00)

ECM:

9,70 crediti

Partecipanti:

N. corsi

Date

30 unità per ciascun corso

3

30 marzo – 28 aprile – 04 giugno 2015

 Programma  

  • Rischio e Qualità: glossario e definizioni;
  • Analisi proattiva e reattiva degli eventi avversi, Raccomandazioni Ministeriali, Eventi Sentinella, Near Miss (quasi eventi), sistema informativo SIMES;
  • Gli strumenti di analisi degli eventi;
  • Valutazione infermieristica della qualità e del rischio clinico sul territorio;
  • Audit: definizione e modalità di gestione;
  • Protocolli, procedure aziendali e scheda di soccorso;
  • Mappatura del Rischio Aziendale;
  • Funzioni e compiti del Comitato di Rischio Aziendale;
  • Funzioni e compiti del Comitato di Valutazione Sinistri; (SEGUE)
  • Medicina Legale: la normativa nell'emergenza sanitaria territoriale e suoi principi basilari;
  • La Conciliazione e il Contenzioso aziendale. Responsabilità Professionale con esempi pratici.

 Si ricorda che il corso è obbligatorio per tutti i Medici ed Infermieri ARES 118, pertanto le assenze dovranno essere formalmente giustificate dal dipendente. Le richieste per la partecipazione ai corsi saranno accettate fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per la partecipazione ai corsi il personale dovrà rivolgersi esclusivamente al proprio Responsabile (Coordinatore Infermieristico per gli Infermieri e Direttore di Unità Operativa per i Dirigenti Medici).

Nel secondo semestre dell’anno sono previste altre sessioni del corso per il restante personale attualmente  in fase di calendarizzazione.